Seleziona una pagina

Il tema del tesoro nascosto nelle opere di Grazia Deledda

Autore: Milena Contini
Nel volume si indaga il tema del tesoro nascosto nelle opere di Grazia Deledda, analizzando gli articoli demologici usciti sulla rivista «Natura e Arte» (1894) leggi tutto…

ISBN:

978-88-99978-47-1

Pubblicazione:

2022

Collana

Numero di pagine

227

Prezzo libro: 24,90 €

Descrizione

Nel volume si indaga il tema del tesoro nascosto nelle opere di Grazia Deledda, analizzando gli articoli demologici usciti sulla rivista «Natura e Arte» (1894), numerosi racconti e alcuni romanzi, in particolar modo Il tesoro (1897) e Cenere (1903). Lo scandaglio di testi molto distanti tra loro dal punto di vista cronologico, contenutistico e stilistico mostra come il tema dell’accusorgiu non debba essere archiviato come un semplice epifenomeno, ma vada valorizzato come interessante elemento connotativo della cifra narrativa deleddiana, in grado di contribuire in una certa misura a sdoganare l’autrice da certi stereotipi interpretativi talvolta ancora riproposti, suffragando l’originale personalità letteraria di Deledda, emersa dall’incontro-scontro tra la sua cultura barbaricina di appartenenza e le sollecitazioni del panorama intellettuale europeo.

Milena Contini

Tutor disciplinare presso l’Università eCampus

Milena Contini è tutor disciplinare presso l’Università eCampus e collabora con le Università di Torino e Santiago de Compostela. Oltre a una serie di articoli, edizioni critiche e monografie d’argomento prevalentemente sette-ottocentesco (Alfieri, Valperga di Caluso, Baruffardi, Canzachi, Napione, Botta), ha dedicato alcuni saggi e libri al Novecento (Marinetti, Pirandello, poeti e diaristi della Grande Guerra, Scerbanenco). Si è già occupata di Deledda negli interventi Cenere di Grazia Deledda: tra contos arcaici e suggestioni contemporanee (2021) e «Non è del tuo mondo»: i fantasmi di Grazia Deledda (2022), nonché nelle introduzioni delle riedizioni digitali dei Racconti sardi (2021) e del romanzo L’edera (2021).